sindrome del tunnel carpale

Si tratta della compressione del NERVO MEDIANO, all'interno di uno spazio anatomico della mano : il canale del carpo.

E' la più frequente malattia nervosa periferica del corpo umano.

Il nervo mediano, è un nervo fondamentale della mano, infatti la sua lesione rende "cieca", insensibile, la metà esterna della mano e le prime dita (pollice, indice,medio e metà dell'anulare).

Anche nella compressione si associa perdita di forza e quindi difficoltà nella presa.

Il paziente avverte intorpidimento e formicollii, della mano o delle singole dita, spesso con aumento nelle ore notturne o durante movimenti o sforzi particolari.

Il dolore può anche irradiarsi alla spalla,al collo o alla parete toracica.

L'interessamento del ramo motore del nervo, porta,nel tempo, anche atrofia della parte del palmo sotto il pollice (eminenza tenare).

Spesso si assiste alla comparsa di questi sintomi ad entrambe le mani contemporaneamente.

Una compressione con interessamento del ramo motore del nervo, determina pure atrofia dell'area

muscolo-cutanea, al di sotto del pollice,denominata eminenza tenare.

 

TRATTAMENTO

Il trattamento della sindrome del tunnel carpale conclamata è esclusivamente chirurgico, e consiste nella decompressione del nervo mediano.

Infiltrazioni di farmaci, fisioterapie e quant'altro, risultano inefficaci, se non addirittura dannose, soprattutto perchè ritardano il ricorso all'intervento.

Quest'ultimo si esegue rapidamente, in via ambulatoriale e con il ritorno del paziente alle proprie attività in pochi giorni.

 

In casi più complessi, per esempio compressioni di vecchia data, con necessità di una liberazione più estesa del nervo e delle strutture circostanti, può essere opportuno il ricovero di alcune ore in day-hospital.